Disfunzione erettile (impotenza - deficit erettivo)

La prima cosa da dire è che questo evento frustrante è un sintomo, la manifestazione di qualcosa che non va nel nostro corpo o nella nostra mente. Perchè ci sia una erezione adatta ad avere un rapporto soddisfacente è necessario un normale desiderio sessuale (libido), un normale afflusso di sangue al pene, l'integrità dei nervi e una buona qualità degli ormoni maschili (testosterone); solo un giusto mix dei fattori permette una erezione valida e di durata sufficiente. Il pene è costituito da 2 cilindri (corpi cavernosi) sotto ai quali sta un altro cilindro con l'uretra (copro spongioso) e da cui esce urina e liquido seminale: al momento dell'eccitazione (con stimolo fisico o mentale) i nervi favoriscono l'afflusso di sangue alle arterie del pene, si realizza l'erezione ed è possibile il rapporto sessuale

Danni parziali o combinati ad ognuno dei fattori possono alterare l'erezione agendo a livelli diversi.

Detto questo si capisca come sia importante indagare su malattie, interventi, terapie o uso di sostanze che possano interferire sullo stato ormonale, i nervi periferici,  la circolazione sanguigna.

Importante anche uno stato ansioso o una depressione che, riducendo la libido, possono comunqiue impedire una erezione valida. Tra le malattie importanti vanno ricordate il diabete, l'insufficienza renale ed epatica; l'ipertensione e le sue terapie, malattie della tiroide o dell'ipofisi possono  essere altre cause. L'infarto , l'ischemia e tutte le cause di arteriopatia si associano a impotenza. Importante anche l'uso di sostanze : alcool e fumo in eccesso, marjuana e cocaina, ma anche le droghe usate dai più giovani che possono provocare danni irreversibili. Importantissimo inoltre il valore di colesterolo e trigliceridi. La disfunzione erettile è poi spesso associata a problemi urologici come ipertrofia prostatica e prostatite; si tratta spesso di casi in cui curando la patologia di base si risolve il problema. Più complessa è invece l'impotenza che fa seguito ad intervento per tumore alla prostata, che richiedde un approccio individuale.

Oltre alla visita completa con controllo di genitali e prostata si valuteranno gli ormoni con un prelievo, l'asseto metabolico (colesterolo e trigliceridi) e la pressione arteriosa. Anche un elettrocardiogramma sarà utile per escludere danni ischemici. La prima terapia sarà di tipo orale (compresse al bisogno o come vera e propria terapia: sildenafil, vardenafil o tadalafil); in caso di insuccesso si potrà ricorrere alla iniezione nel pene di prostaglandine. E' importante correre subito ai ripari in caso di  deficit di erezione peristente: come già detto perchè può essere spia di problema di salute importante, anche se non ancora evidente. Inoltre i migliori risultati si hanno quando la terapia viene iniziata precocemente; in tali casi, controllando anche per esempio l'aspetto ormonale o metabolico, può trattarsi di "riabilitazione"temporanea per favorire al ripresa di reezioni spontanee. Il messaggio è quindi di fiducia e di pazienza : non curare in modo superficiale solo il sintomo erezione, ma indagare almeno il necessario per rimuoverlo.

Potrebbe interessarti anche

Lo stile di vita moderno e i progressi in campo diagnostico, medico e chirurgico, hanno prolungato la vita media oltre limiti...
Il Varicocele è una dilatazione delle vene del testicolo, in sostanza una vena varicosa testicolare. Questa...
Il varicecele è una dilatazione  varicosa delle vene del testicolo che si manifesta come una massa o un vero e proprio...
Pur con i limiti delle statistiche , che però in questo caso sembrano essere ottimistiche , in Italia sembra che il 13% degli...
L'urologia femminile si occupa di tutti i problemi inerenti all'area urogenitale della donna : è campo di interesse del...
×